C’era una volta Vigata: episodi, location e dove sono stati girati

Il Maestro Andrea Camilleri tra i suoi lavori ha scritto diversi romanzi storici che negli ultimi anni sono stati riproposti in tv negli episodi del ciclo C’era una volta Vigata, i film tv ambientati nel’800 che sono stati girati in diverse location in giro per la Sicilia.

I romanzi storici trattano di intrighi, vizi, virtù, burocrazia, potere, depistaggi, false carriere e veri Uomini di Stato della Vigata dell’epoca che poi non è tanto differente dall’Italia dei giorni nostri.

Gli episodi e la trama del ciclo dei film tv di C’era una volta Vigata

Tra i lavori del Maestro Camilleri, oltre ai romanzi del Commissario Montalbano, ci sono tantissime altri libri tra saggi, romanzi storici e altri testi di narrativa tutti da scoprire.

Alcuni dei romanzi storici, scritti prima del successo di Montalbano, sono dei veri capolavori e meritano di essere letti. Tutti i più affezionati lettori di Camilleri sicuramente ben conoscono queste storie che negli ultimi anni sono stati riproposti sotto forma di film tv anche al grande pubblico della Rai.

Al momento sono stati girati 3 episodi del ciclo C’era una volta Vigata, tutti con protagonisti e storie differenti. Il primo che ha inaugurato il ciclo è La mossa del cavallo (2018) con Michele Riondino protagonista, ripreso dall’omonimo romanzo pubblicato nel 1998. Nel film tv Riondino, giovane ispettore ligure di originario di Vigata, si trova immischiato in una serie di delitti e in un complotto provato dai notabili dell’epoca ai suoi danni.

Il secondo film è La stagione della caccia (2019) con l’attore palermitano Francesco Scianna, uno dei romanzi più belli di Andrea Camilleri pubblicato nel 1992 per Sellerio. Una incredibile storia di tragedie familiari che colpiranno la nobile famiglia Peluso che si risolveranno in un modo veramente inaspettato che lascerà di stucco lo spettatore (e il lettore), ragionando su un tema sempre attuale nelle nostre vite.

L’ultima trasposizione televisiva riguarda il romanzo La concessione del telefono (2020) con Fabrizio Bentivoglio e l’attore palermitano Alessio Vassallo, altro romanzo storico risalente al 1998. Una storia di tradimenti familiari, intrighi nobiliari, poteri forti, il tutto per avere la linea telefonica a casa.

Le location e dove sono stati girati i film tv dei romanzi storici di Camilleri

La protagonista delle location del ciclo C’era una volta Vigata è sempre il paese immaginario ideato da Camilleri, ma questi film tv sono ambientati nella Vigata dell’800, senza le note location in cui è girato Montalbano.

Nei tre episodi del ciclo la location principale in cui è ricostruita la Vigata storica dei romanzi è la piazza Santa Maria Maggiore di Ispica, sempre nel ragusano, con il Loggiato del Sinatra che ospita varie botteghe dell’epoca e la Basilica Santa Maria Maggiore protagonista di varie scene all’esterno e all’interno.

Nello specifico nel film tv La mossa del cavallo molte scene dell’antica Vigata sono state girate nel borgo ragusano di Chiaramonte Gulfi come la trattoria, i tabacchi e l’albergo in cui Riondino alloggia che è il Circolo di Conversazione del borgo. Tra le altre location sempre a Chiaramonte Gulfi è presente la Villa Fegotto, mentre alcune scene sono state girate all’interno dei palazzi Bonelli e Spadaro di Scicli.

Nel film La stagione della caccia la casa nobiliare della famiglia Peluso è ambientata nel convento annesso alla chiesa del Carmine in piazza Busacca a Scicli, mentre tra le varie location si riconosce il labirinto del Castello di Donnafugata, gli interni dell’antica Farmacia Cartia e alcuni scorci della via Francesco Mormino Penna di Scicli, patrimonio dell’Unesco.

Tra le location dove è stato girato La concessione del telefono, l’ultimo film tv del ciclo C’era una volta Vigata, l’ufficio postale in cui il protagonista si reca abitualmente è il palazzo Comunale di Comiso, mentre la casa in cui abita il protagonista si trova in via Grimaldi nel centro storico di Modica, così come nella scena finale del film si riconosce il palazzo Polara e il vicino Duomo di Modica con il delegato della polizia che va via lungo la scalinata.

Alcune delle scene de La concessione del telefono sono state girate a Palermo dove si riconosce piazza della Pretoria (o della Vergogna) in cui avviene il ferimento di uno dei protagonisti, mentre la sede della prefettura con il simpatico Corrado Guzzanti è ambientata nel palazzo Comitini in via Maqueda.

error: