Momenti di trascurabile Felicità – I luoghi dove è stato girato il film a Palermo

Arriva al cinema il nuovo film con Pif protagonista dal titolo Momenti di trascurabile felicità, ispirato ai due romanzi di Francesco Piccolo che trattano i temi dei momenti di felicità e infelicità. La pellicola è ambientata e girata in gran parte a Palermo e provincia, tanti i luoghi più o meno conosciuti che fanno da location al film diretto dal regista Daniele Lucchetti.

La trama del film racconta la storia di un uomo sposato con figli, Paolo (interpretato da Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif), che si trova coinvolto in un incidente in cui perde la vita. All’arrivo in Paradiso però gli addetti si accorgono di un errore e lo rimandano indietro sulla terra per solo 1 ora e 32 minuti; questo è il periodo ristretto che viene dato a Paolo per vivere i suoi momenti di trascurabile felicità, per risolvere tutte le questioni sospese e per rispondere ad una serie di quesiti che tormentano l’esistenza.

La pellicola, diretta da Daniele Lucchetti, si basa sui due romanzi di Francesco Piccolo, “Momenti di trascurabile felicità” e “Momenti di trascurabile infelicità”, sapientemente adattati per creare una sceneggiatura coinvolgente, ma anche aggiungendo elementi nuovi come la scena del “Paradiso”.

Momenti di trascurabile Felicità – Le location e i luoghi dove è stato girato il film

Nel film tra i protagonisti, oltre a Pif, c’è anche l’attrice e cantautrice palermitana Thony (pseudonimo di Federica Johanna Victoria Caiozzo) che interpreta il ruolo della moglie di Pif e Renato Carpentieri che invece è tra gli impiegati dell’ufficio del paradiso.

Tra i protagonisti della pellicola sullo sfondo c’è anche la città di Palermo, sede scelta dal regista per girare e ambientare la storia. Una città ritratta sicuramente in un modo diverso rispetto al solito, evidenziando le sue particolarità e le sue bellezze.

Sono tanti i luoghi e le location dove è stato girato il film Momenti di trascurabile felicità a Palermo e anche in altri centri della provincia, partendo dalla scena iniziale dell’incidente in cui le riprese sono state effettuate all’incrocio tra via Ruggero Settimo e l’affascinate piazza Politeama con il suo Teatro.

Quella strada è una delle vie centrali della città e una delle più importanti che conduce a via Libertà e al mare.

Le riprese del fantomatico paradiso con bigliettini e code sono state girate all’interno di un vero ufficio postale, lo storico palazzo delle Poste di Palermo.

La casa in cui vivono i due protagonisti è nei pressi di piazza San Domenico, vicino allo storico quartiere della Vucciria, mentre la casa in cui rivivono gli anni del fidanzamento è nei pressi della borgata marinara di Sferracavallo.

Tra gli altri luoghi di Palermo che si riconoscono ci sono anche piazza Magione con l’ex convento, nel cuore del quartiere Kalsa, e anche il museo di palazzo Abatellis con la scena in cui viene ripreso l’affresco del 1400 del “Trionfo della morte”, un’affascinate opera di autore anonimo che tra gli altri ha ispirato anche Picasso nella realizzazione del quadro della “Guernica”.

Sempre a Palermo la pellicola ci regala alcuni splendidi panorami dal Belvedere di Monte Pellegrino, la montagna della Santa Patrona della città.

Alcune scene sono state girate anche in altri centri del palermitano come ad esempio sulla spiaggia di Cefalù, dove Pif ripensa al suo primo amore. La scena del sottopassaggio è stata girata a Carini, mentre le riprese della scena del passaggio a livello sono state eseguite a Terrasini.

error: